FLAVIO UN FIGLIO RUBATO DALLA SETTA DI SCIENTOLOGY

§§§§§§§§§§§

In qualità di madre, che reputo essere la mia beingness principale, voglio raccontare la mia esperienza personale in Scientology con i miei due figli Flavio e Tiziano.

L’ esperienze che ho vissuto e che li hanno riguardati sono state alla base della mia dipartita dalla Chiesa, oltre ovviamente ai vari altri motivi che sia io che Claudio abbiamo espresso nella nostra lettera.

Flavio e Tiziano sono nati rispettivamente nel 1977 e nel 1978, io e mio marito eravamo nella Sea Org a quel tempo,  vi entrammo nel 1974 ed uscimmo nel 1982.

Ai “nostri tempi” non esistevano divieti all’avere figli nella Sea Org e malgrado l’intenso lavoro che mi assorbiva, ho sempre cercato di dare ai miei figli, in quel pochissimo tempo a disposizione, tutta la mia attenzione e comunicazione, cercando di dar loro al meglio delle mie abilità un’ educazione etica e spirituale indirizzata alla crescita del loro autodeterminismo e della loro sanità mentale.

Flavio si è dimostrato essere un ragazzo amabile, affettuoso e premuroso verso noi genitori.  Sin da bambino era chiaramente visibile in lui un’enorme dolcezza e purezza di intenti unita ad una forte spinta ad aiutare gli altri.

Quindi la sua decisione di entrare nella Sea Org non fu per noi una sorpresa, ma anzi una decisione che noi ci auspicavamo, considerandola una cosa completamente allineata a quella sua spinta ad aiutare.

Fu quindi per me un’immensa gioia quando seppi che aveva firmato il suo contratto da un miliardo di anni, perchè consideravo il posto, dove era entrato e avrebbe operato, il più sano del pianeta. Io ero lì ad FSO nel 1997 e stavo per iniziare la Certezza di Solo Nots, quando Flavio venne da me per comunicarmi la notizia.

Il modo in cui me lo disse però mi lasciò incredula e fu un momento terribilmente doloroso per me a tal punto che, ancora oggi a 13 anni di distanza, vedo ancora nitida quella scena. Flavio mi guardò in cagnesco, i suoi occhi esprimevano un profondo risentimento verso di me, come se ad un tratto fossi diventata un’acerrima nemica.

Era completamente cambiato, la situazione era incomprensibile e fu per me uno shock tremendo.

Che cosa poteva essere accaduto in quelle poche ore ? Ci eravamo salutati e lasciati come sempre in armonia!

Cercavo di riempire quel vuoto pensando che la sua fosse stata una reazione causata da un qualche ipotetico maneggiamento scorretto, qualche incompetente gli aveva magari fatto un’intervista PTS  gli aveva indicato che “io” ero la soppressiva sul suo caso? Oppure aveva ricevuto un indottrinamento iniziale da parte di qualche zelante ufficiale che dall’alto della sua uniforme gli aveva detto su tono 40 di tagliare il cordone ombelicale con la sua famiglia  allineandosi così agli “standard” del CMO FSO? Oppure gli avevano fatto firmare una pila di “dichiarazioni di riservatezza” in modo che per lui tutto quello che avrebbe detto da lì in poi sarebbe sembrato una violazione di argomenti “altamente confidenziali”? La mia mente vagava e vagava alla ricerca di una risposta razionale, che però non conciliava con nulla, perchè qualunque  ipotesi sarebbe stata incredibilmente insana, pazza!

In quello tesso periodo rimasi a Flag e  mi ci volle un anno per fare la certezza di Solo Nots, un anno terribile per me, passato senza riuscire a dormire, con  valanghe di indicazioni sbagliate e C/S incorretti. Flavio non mi ha mai chiamato in tutto quel tempo  nè è venuto a trovarmi,  sono riuscita a trascorrere con lui forse una quarantina di minuti in totale nell’intero anno anche se vivevamo a qualche centinaia di metri l’uno dall’altra!

In seguito ho preferito “chiudere il ciclo” dicendo a me stessa, che con l’andar del tempo Flavio avrebbe visto l’errore e le cose sarebbero tornate come prima. Quanto mi sbagliavo!

E anche io devo dire, ho commesso un grosso sbaglio perchè non l’ho affrontato di petto e non ho fatto in modo che lui mi rivelasse cosa veramente fosse accaduto. Ma c’è un perché: in quel periodo, grazie ai ripetuti errori di programmazione sul mio caso, ero completamente introvertita, PTS, i miei punti di ancoraggio si erano ritirati, la mia beingness contratta e quelli erano errori che si erano accumulati a partire dal 1987, gravissimi errori di auditing , anche da parte di presunti “Classe XII” e un C/Sing incompetente che non aveva nulla a che fare con me, ma che sembrava C/Sare il folder di un’altra persona. Poi, per “pura fortuna”, sono riuscita finalmente nel 2005, dopo ben 18 anni passati all’inferno, a risolvere la cosa con il mio auditor Cristina che ringrazio ancora adesso infinitamente e così, mi sono ripresa in mano la mia vita.  A questo punto, ero all’altezza di vedere chiaramente anche la situazione che si era sviluppata con Flavio.

Quindi, subito dopo essere uscita da quella lunga “PTSness”, ho cercato di parlare con mio figlio per ben tre volte, ma la cosa ogni volta risultava impossibile: lui si restimolava a tal punto che stava male, diventava totalmente sopraffatto malgrado il mio approccio fosse delicato e fatto con “guanti di velluto”.

Solo e solamente a questo punto ho potuto capire quello che era veramente successo: Flavio, di sicuro, aveva ricevuto un pesante SRA da parte dello staff di HCO CMO (Severe Reality Adjustement – Grave aggiustamento della realtà, tecnica elaborata da un certo punto in poi nella SO, tramite la quale un individuo viene sopraffatto da più persone tramite urla, insulti etc. al fine di inculcargli un’idea o di farlo comportare in un determinato modo) e questo aveva agito su di lui come un vero e proprio IMPLANT.

In seguito, nei successivi 13 anni trascorsi nella SO, i  rapporti con Flavio sono stati solo “sociali”: lui ci chiamava direi, “per grazia ricevuta”, faceva telefonate brevissime intrise di “belle strade e bel tempo” come se dovesse costantemente maneggiare una presunta situazione PTS nei nostri confronti. Oppure c’erano delle telefonate di PR durante le quali ci informava su come “tutto e sempre stesse andando molto bene a Flag”. Comunicazioni striminzite, di appena qualche minuto rubate alla breve pausa pranzo e sempre con il prefisso “ho poco tempo”, “c’è il master”, “devo andare al Roll Call”, “devo andare a maneggiare”….e quando gli facevo qualche domanda, la risposta era il più delle volte: “è confidenziale, non te lo posso dire”. A proposito del “non te lo posso dire” cito un riferimento di Ron che calza molto bene su questo e mi spaventa molto:

“Il più semplice e comune implant, nella sua forma più leggera ma non meno mortale è il comando a trattenersi, a withold. Si può dire che gli Implants siano “metodi di prevenire la conoscenza e la comunicazione”    (HCOB 11 apr.1982 Sec cecking implants).

Ma per noi la cosa più dolorosa non erano le brevi telefonate, ma quel tono di risentimento inespresso che ogni volta trapelava da quello che diceva, noi capivamo che era crollata quella fiducia, quella stima e quell’affetto che lui aveva sempre nutrito nei nostri confronti ed abbiamo dovuto convivere con questo dolore per tredici lunghi anni. Nel tentativo però di alleviare questo dolore almeno un pò, preferivamo malgrado tutto coltivare la speranza che Flavio, con il passar del tempo, fosse stato in grado di realizzare cosa avesse causato il suo allontanamento da noi genitori, ignari completamente di come la Sea Org si fosse trasformata nel frattempo rispetto a come noi l’avevamo vissuta (e su questo ci sarebbe molto da dire…).

Per non parlare delle innumerevoli volte in cui Flavio si ammalava , tra le quali una molto seriamente; la sua salute è diventata precaria da quando si è arruolato nella SO.  Per non parlare poi delle testimonianze di amici che, tornati da Flag, mi riferivano che Flavio dormiva pochissimo specie durante l’infame periodo della raccolta fondi incessante per i Basic e della interminabile raccolta fondi per la IAS e, non penso che molti di voi lo sappiano: lo staff di Flag riceve una QUOTA SETTIMANALE e ogni singolo staff deve, tramite telefonate ed altro, raccogliere la sua quota personale e, sino a che non la raggiunge, non va a dormire.

Penso di essere riuscita a trasmettere quanto io e mio marito abbiamo provato in questi anni, ci vorrebbe in verità un intero libro per desciverne i dettagli (chissà forse un giorno lo farò).

Io e Claudio siamo ora sempre più convinti che, in questi tredici anni di vita  nella Sea Org, Flavio abbia ricevuto talmente tanti condizionamenti mentali, e non solo diretti a noi, al punto che riteniamo che la sua mente gli sia stata rubata dalla “sua chiesa”più propriamente dalla sua setta, quella stessa  che HA RUBATO A NOI NOSTRO FIGLIO!

Tiziano sorridente al mare

********

Gli avvenimenti successivi con Flavio si intersecano con quelli accaduti a suo fratello Tiziano.

Tiziano nel 1990 a Flag ha attestato Clear, nel 2001 torna alla base per fare la preparazione OT e viene rimesso sul CCRD per verificarne l’attendibilità e così riattesta confermando lo Stato di Clear. Quindi nel 2008 ritorna a Flag sempre per la preparazione OT ma questa volta gli viene dato il fattore di realtà che NON E’ CLEAR : un fattore di realtà ora purtroppo molto di moda. Qui comincia la “via crucis” di Tiziano e di conseguenza anche la nostra. Non mi soffermo sui dettagli di quanto accaduto perché già Tiziano li ha descrizzi nel dettaglio sul suo post “Tiziano Lugli Libero”, ma voglio solo esprimere le emozioni mie e di Claudio durante questo ciclo durato per più di un anno e mezzo.

Sapevamo bene che il ciclo che stava affrontando Tiziano era molto delicato, per cui due o tre volte al giorno, mentre era a Flag,  comunicavamo con lui per seguirne gli avanzamenti, certi che la verità avrebbe dato sempre buoni indicatori e che Tiziano non si sarebbe opposto alla verità qualunque fosse stata.

Ma più passava il tempo, più la cosa si impantanava sino a raggiungere un punto di stallo. Malgrado Tiziano, ne siamo testimoni, ha fatto tutto quello che poteva essere fatto per risolvere la cosa e….anche di più.

Il punto qui era che l’unica azione di auditing che ormai era concessa a Tiziano erano continui Security Check, cosa che noi tutti conosciamo molto bene essere l’azione più gettonata da parte dei C/S. E sì, perché Tiziano doveva essere UNIFORMATO, doveva smetterla di sbraitare procurando penalità alle statistiche di FSO a causa dei suoi ripetuti Cartellini Rossi che otteneva dall’esaminatore, uno dopo l’altro.

A niente è servito l’intervento di Claudio che scrisse personalmente un rapporto dettagliato ad RTC INT in modo che intervenissero per sbloccare la cosa.

A questo punto eravamo disperati, innanzitutto perché sapevamo che Tiziano aveva fatto l’impossibile a livello finanziario per affrontare quei costi e riuscire a salire finalmente sui livelli OT, e poi perché vedevamo che nostro figlio aveva raggiunto il limite della sopportazione.

Lo sentivamo distrutto mentre ci confessava che vedeva il suo ponte chiudersi perché non sarebbe mai e poi mai sceso a compromessi sulla sua certezza di essere Chiaro e non sarebbe mai e poi mai andato su Dianetics.

Tiziano dopo tutto questo decide di non essere più in accordo con quelle valutazioni e quei maneggiamenti e se ne va da Flag con cattivissimi indicatori mandandoli tutti a quel paese ed una volta tornato a Los Angeles richiede che i suoi folder vengano mandati al Senior C/S Int.

Nel frattempo la data per il matrimonio di Tiziano con Jamie, così come era stata pianificata, è arrivata. E quindi decidiamo tutti di prenderci una  “pausa” dalla situazione per celebrare questo avvenimento in un’atmosfera tranquilla per quanto fosse possibile.

Ed ecco che ritorna Flavio nella scena. Dopo molte insistenze da parte nostra, siamo riusciti ad ottenere che Flavio partecipasse al matrimonio. Giunto in Italia ci ha indirizzati, come gli avevano suggerito a Flag, verso la lettura della rivista “Freedom” in risposta a ciò che era successo a Clearwater in relazione ad un articolo pubblicato dal Saint Petersburg Times. Per noi fu comunque logico andare a leggere quanto fosse stato scritto dall’SP Times per comprendere la situazione. Una volta letto il contenuto ed visti i video che erano in rete abbiamo detto a Flavio che, se i dati che venivano esposti fossero stati veri, ci saremmo trovati tutti in un gran bel casino!

Tornato a Flag Flavio ha fatto subito rapporto su ciò che oggi viene considerato il più grave crimine che uno Scientologo possa commettere: ANDARE SU INTERNET.

Ed è per questo che piombarono a Brescia nel nostro negozio Marion Pow e Mike Sutterdirettamente da Los Angeles.

Queste sono due persone che lavorano direttamente per il COB in qualità di OSA Int – il loro scopo era quello di cercare di redimere “i due peccatori”, innanzitutto esprimendo la loro totale disapprovazione sul fatto che eravamo andati su internet a prendere tutto quell’ “ENTHETA” ed in seguito massacrando con tutto il materiale di Dead Agent possibile ed immaginabile “l’SP N°1″ Marty Rathbun che era da loro considerato il “CHI” di tutta la situazione.

Brevemente la nostra risposta a questo è stata che, data soprattutto la nostra condizione di caso, avevamo raggiunto il punto dove nessuno può più dirci quello che dobbiamo o non dobbiamo fare e che non abbiamo bisogno dell’approvazione di qualcuno circa le decisioni che prendiamo.

Abbiamo colto invece l’occasione di questo incontro per evidenziare il fatto che i nostri figli , chi per una ragione chi per l’altra, erano stati completamente massacrati.

E abbiamo richiesto loro, conoscendone l’autorità, un immediato intervento: Flavio per assicurarci che le sue condizioni di salute tornassero per lo meno nella norma e  Tiziano per quella assurda situazione affinchè venisse una volta per tutte risolta.

Tutta la “giostra” durò sino alle quattro del mattino e volete sapere quale fu l’ultima frase che Marion pronunciò? La stessa con la quale aveva iniziato 12 ore prima:  “Come mai siete andati su Internet???”.

Nel frattempo a Los Angeles, dove vive Tiziano, uscì su tutti i principali media la notizia che Paul Haggis, noto regista di Hollywood e premio Oscar, aveva abbondato la Chiesa di Scientology.

Tiziano volendo approfondirne le motivazioni cercò la notizia in rete e finì sul Blog di Marty Rathbun dove era stata data a notizia in primo luogo.

Il resto è conosciuto: Tiziano e sua moglie Jamie prendono l’aereo e vanno in Texas da Marty.

E qui rientriamo in ballo noi: Marion Pow, Mike Sutter più una terza persona questa volta, Hans Shueli , ci piombano direttamente in casa a sera inoltrata.

Ci informano che Tiziano e Jamie sono stati da Marty in Texas, che la situazione è sfuggita al loro controllo, che i folder di Tiziano erano stati “guardati da Ray Mithoff” Senior C/S Int e che Tiziano NON ERA ASSOLUTAMENTE CLEAR ma  sicuramente Marty avrà detto a lui che lo era.

Dopo aver sfoderato la Dichiarazione di Persona Soppressiva lunga una ventina di pagine di Marty Rathbun, passano subito su nostro figlio dicendo che era pesantemente fuori etica e ci vogliono mostrare i suoi “crimini” contenuti nel suo Folder di Etica che avevano portato con loro.

Questa è la classica operazione di OSA: DIFFAMARE.

Io quella sera “fortunatamente”ero già a letto e non ho ricevuto l’impatto entheta diretto, come l’ha ricevuto Claudio attraverso quella infame richiesta.

Claudio si è categoricamente rifiutato di guardare nel folder affermando di non avere alcun interesse a conoscerne il contenuto in quanto è CONFIDENZIALE, è una VIOLAZIONE del segreto Prete-Penitente,  è un OUT-TEC e non avrebbe di certo modificato l’opinione che noi avevamo di nostro figlio, che per noi è un libro aperto.

Quando Claudio mi ha raccontato il contenuto dell’incontro io ho preso la decisione di non parlare nè incontrare queste tre persone per tutto il periodo in cui si sono fermati a Brescia ovvero dal 23  sino al 31 Dicembre scorso. Claudio li ha visti anche incontrarsi con 5 terminali italiani dell’Ufficio degli Affari Speciali, OSA, tra cui Rossella Cominelli, tanto per tramare contro di noi, come più tardi siamo venuti a sapere.

Ho trovato l’approccio riluttante ed antispirituale, non volevo avere nulla a che fare con quelle persone che non hanno dimostrato la benché minima assunzione di paternità e responsabilità per quanto FSO aveva causato su Tiziano lasciandolo partire completamente BI’s. Ma adesso erano ben pronti con tutta l’artiglieria a sparargli addosso ed anche a noi se non ci fossimo uniformati.

Loro hanno chiesto a Claudio quale comportamento avrebbe adottato nei riguardi di Tiziano qualora lui non si fosse “pentito” e “CONFORMATO”  facendo i gradini da A a E – introducendo così il soggetto della disconnessione.

Mio marito, capendo perfettamente che quello era semplicemente un ponte di comunicazione per richiedere una formale disconnessione, li ha anticipati dicendo loro che noi non avremmo mai e poi mai disconnesso da nostro figlio.

Dopo di che se ne andarono, ma….quello era solo l’inizio….

Infatti con grande dolore lo stesso soggetto, quello della disconnessione, venne poi fatto affrontare direttamente da Flavio e…. questo lo trovammo veramente macabro….

Flavio all’età di 13 anni

Messaggio per OSA, tratto da Sun Tzu:

Ci sono strade che uno non segue.
Ci sono eserciti che uno non va a colpire.
Ci sono città che uno non attacca .
Vi sono terre per le quali non si lotta .
Ci sono ordini del sovrano che uno non accetta.

************

Dopo che i tre Messaggeri ripartirono da Brescia, riceviamo una telefonata di Flavio da Flag e ci invita ad avere una comunicazione audio e video utilizzando Skype pianificandola per il giorno successivo ad un’ora stabilita.

Abbiamo parlato con lui la prima sera per un’ora e la seconda sera per due ore e mezza, il tema era uno solo: convincerci a disconnettere da Tiziano, argomento preso ogni volta da angolazioni diverse. Non vi dico quanto sia stata dura per noi assistere a questo tentativo di massacro familiare: usare nostro figlio Flavio per convincerci a sparare su Tiziano, ci siamo ritrovati io e Claudio in una atmosfera che assomigliava più ad un film di gangster piuttosto che ad una atmosfera ecclesiastica, senza nessun rispetto per i legami familiari indissolubili.

Flavio ci leggeva frasi dell’HCOB  PTSness e Disconnessione, quello stesso che Tom Davis, soprannominato “Il Bugiardo”, diceva che non esiste davanti a milioni di spettatori della CNN. A nulla sono serviti i nostri tentativi di dimostrare che Ron aveva cancellato la disconnessione molto tempo fa. Vedendo che quel tipo di maneggiamento non funzionava su di noi, inclusa L’INTIMIDAZIONE  fatta con molto tatto mentre ci indicava le conseguenze che avremmo subito se non avessimo disconnesso, è passato alla tattica numero due di OSA: DIFFAMAZIONE.

Posso solo dirvi a questo punto che, quando Flavio ha cominciato a sparare pallottole di infamità su suo fratello, ho cominciato ad urlare come una matta con la voce più alta che potevo al punto tale che finita la telefonata avevo perso la voce.

Ho inveito contro FSO, che mi aveva rovinato i figli, ho inveito contro di lui dicendogli che mi aveva fatto passare 13 anni di pene perchè notavo il suo peggioramento progressivo da quando era entrato nella Sea Org, ho inveito ancora contro FSO che stava cercando ora di distruggere la mia famiglia chiedendomi di disconnettere.

A questo punto Flavio si è azzittito, ha cambiato completamente tattica andando su “belle strade bel tempo”. Anzi al plurale, si sono azzittiti, perchè cosa pensano quelli di OSA ? Che io e Claudio siamo degli emeriti cretini da non accorgerci che dietro al computer c’erano LORO che dirigevano Flavio volta per volta su cosa dire. Chissà perchè ripetutamente “cadeva” la linea di Skype che poi si riattivava dopo un paio di minuti…….

Comunque non hanno fatto disconnetere Flavio da noi, come dice “la policy” perchè evidentemente hanno reputato controproducente nel nostro caso il farlo, così pure non ci hanno dichiarato, sempre come dice “la policy”…..  sono stati veramente gentili ……. .

Ma resta il fatto che per essere andati su internet e per non aver voluto disconnettere da Tiziano ha comportato da parte di OSA un monitoraggio su di noi a 360 gradi.

1. Ci hanno mandato nel nostro negozio la visita di una decina di OT VIII, altrettanti ci hanno contattato per telefono o via mail.

2. Quando incontravo a Brescia degli Scientologist questi cambiavano immediatamente strada.

3. Il mio auditor di Flag, dopo 5 anni che non la sentivo, mi telefona.

4. Gloria, un auditor che lavora con OSA, viene da me per convincermi ad andare in “session” con lei.

5. Ho più volte notato di essere seguita da investigatori, che usavano cellulari ed altri mezzi per registrarmi.

6. Un caro amico mi ha riportato che un terminale di OSA gli ha detto di non parlare con noi perchè “siamo sulle linee di OSA Int”

7. Flavio veniva usato per controllarci: era molto evidente, malgrado si sforzasse di essere naturale, perchè dalla voce si capiva che le comunicazioni erano molto studiate e controllate da parte sua, ma… ad una mamma… non la si fà.

Ma il bello arriva adesso. Flavio recentemente è venuto in Italia perchè sua nonna (mia madre) stava morendo ed aveva espresso il desiderio di rivederlo dopo tanti anni e di conoscere sua moglie. Così è stato. Una volta in Italia abbiamo subito notato che Flavio ci spiava: controllava il mio cellulare, quello di Claudio, il telefono di casa, i due computer che abbiamo a casa e mi chiedeva diverse volte se suo padre andava ancora su Internet. Lui pensava che il suo “spiare” venisse fatto a nostra insaputa perchè, conoscendo molto bene Flavio, sappiamo che una delle sue caratteristiche e quella di essere naif.

Alle volte allungava il collo quando ricevevo una telefonata per sbirciare il numero od il nome di chi mi stava chiamando. A quel punto cominciavo veramente ad arrabbiarmi, ma non con lui, con quei terminali che hanno messo una persona come Flavio a fare un “lavoro” che non veste assolutamente la sua beingness, lui è ingenuo, è chiaro che si fa scoprire: questo è stato… uno dei tanti sbagli di OSA.

Al di là di quale fosse la ragione che hanno fornito a Flavio per indurlo a fare la “spia” per certo so che mio figlio non si sentiva bene ad aver fatto quello che ha fatto a noi genitori e questa cosa era evidente dalla sua espressione di continuo withold mancato.

Ad un certo punto Flavio mi fa delle domande che denotano chiaramente che qualcuno lo aveva imboccato con terze parti e diffamazioni nei miei confronti ricevute da Rossella Cominelli Staff dell’Ufficio degli Affari Speciali, OSA Italy e complice di OSA Int e lì ho capito all’istante che Flavio aveva subìto denigrazioni sul mio conto. Beh credetemi, in quel momento sono andata su tutte le furie, la malvagità che ho percepito, unita alla chiara visione oramai di quanto fosse infimo l’approccio usato da OSA, mi ha fatto prendere LA DECISIONE : adesso BASTA! Voglio dissociarmi da questa meschinità.

Così abbiamo deciso di dire a Flavio CHI sono i suoi AMICI. Eravamo veramente stufi dopo un anno di giocare quel gioco fatto di continue terze parti, un gioco che aveva come unico scopo quello di dividere la nostra famiglia. Ma dalla sua reazione: “non posso ascoltare” – “non voglio sentire” – “non mi interessa”, era evidente che il suo pensiero era bloccato, la sua capacità di analisi ridotta a zero: era stato totalmente programmato dalla sua setta al punto tale da rigettare qualunque cosa non fosse stata allineata a quella programmazione.

Subito dopo è ripartito per Flag.

Qui finisce la storia di Flavio, un figlio rubato.

Non finisce però il dolore e la rabbia di una fiducia tradita che rimangono dentro di noi.

RENATA FRUSCELLA LUGLI

Pubblicato sull’Indipendologo

il 14 Dicembre 2010

denuncia006

FLAVIO E KIRSTIE ALLEY

denuncia007

FLAVIO E KIRSTIE ALLEY

Ci sono strade che uno non segue.
Ci sono eserciti che uno non va a colpire.
Ci sono città che uno non attacca .
Vi sono terre per le quali non si lotta .
Ci sono ordini del sovrano che uno non accetta.

tratto da Sun Tzu: “l’arte della guerra”

orsipolari-1.png

Advertisements

2 thoughts on “FLAVIO UN FIGLIO RUBATO DALLA SETTA DI SCIENTOLOGY

  1. Certo Cara Renata , sono cose pesanti da leggere ed immaginare se fossero successe a me , le mie reazioni .
    Nel seguire le vicende , ho cercato di paragonarle alle mie di Copenagen del 2006 ; il mio blow , l ‘ inseguimento , l’ irruzione notturna in casa mia , e tutti i tentativi di riportarmi all ‘ ovile . Pur ammettendo i loro sbagli e sventagliare le punizioni esemplari per gli staff coinvolti in privato con me , ufficialmente pretendevano che io rifondessi i danni causati con il mio blow e la mia richiesta scritta di essere riborasato per il servizio non accettabile che ebbi ricevuto . . .
    Sapete ? … I soldi del rimborso dopo 7 anni non li ho più visti , nessuna risposta scritta .
    Verbalmente , all’ atto di inoltrare la richiesta scritta di rimborso , mi fu detto che per il rimborso avrei dovuto recarmi a Flag , luogo in cui non ho mai messo piede , e non ho mai acquistato servizi .
    Ma tutto questo , intendo le mie vicende , sono nulla a quanto avete e state affrontando Claudio e te cara Renata .
    Per quanto influisca , hai la mia piena solidarietà …
    Certo che subire il furto di un figlio non è certo cosa comune …
    Sai ? … Con me e mio fratello Cesare , non ho più sentito nessuno , non una lettera , nulla di nulla …
    Sapessi com ‘ è rifiorita la mia vita lontano da certe persone …
    Bel coraggio dare a destra ed a manca etichette di ” SP ” …
    Per quanto mi riguarda … ma lasciamoli nelle loro misere vite …
    Ciao carissima ,
    Ringrazio L.R.H. di avere conosciuto Voi due , per me la rinascita spirituale .

    Like

  2. Grazie Roberto per la tua solidarietà, l’ho molto apprezzata
    Renata

    “Nessuno dovrebbe essere oggetto di un’arbitraria interferenza nella sua privacy, nella sua famiglia, nella sua casa o nella sua corrispondenza e neppure oggetto di attacchi al suo onore e alla sua reputazione. Tutti hanno diritto alla protezione della legge contro queste interferenze ed attacchi”.
    ARTICOLO 12 della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo

    E poi la Chie$a di Scientology ha l’arrogante e bugiarda pretesa di ergersi a promotrice e sostenitrice dei Diritti Umani: VERGOGNA!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s